© KK Architetti I LA SPEZIA I BOLZANO

logo

facebook
instagram

COMMITTENTE

Comune di Carpi

 

CATEGORIA

Ristrutturazione

Interni

 

CRONOLOGIA

2016 Concorso di idee

2° Premio

 

TEAM

KK Architetti Associati

 

RIQUALIFICAZIONE DELLE PORTE DEL CENTRO STORICO

CARPI (MO)‚Äč

 

L'idea proposta ha un valore specifico per il sito scelto, ma certamente moltiplicherebbe l'impatto urbano se inserita in un ragionamento unitario teso a mettere a sistema i siti delle tre ex porte urbane. Il potenziale di questi luoghi non sta tanto nelle inevitabili relazioni con il centro storico quanto nelle relazioni che possono essere generate tra loro. La visione in cui si inserisce la presente proposta ipotizza la realizzazione di un'intera fascia perimetrale al centro storico dedicata allo svago caratterizzata da tre “magneti urbani” dedicati ad attività ricreative distinte, collegati dalla Ciclabile delle Mura. La proposta interviene su Piazzale Dante Alighieri, luogo che in passato ha avuto un preciso ruolo urbano trasformatosi nel tempo da luogo di difesa (Porta Sant'Antonio) a luogo di commercio (la porta daziaria denominata Barriera Fanti) fino a divenire un'area verde priva di una precisa identità. L'idea propone di dare nuovo significato urbano a questo luogo utilizzando la creatività e la vitalità del gioco, in modo da rievocare la memoria delle mura e della porta della città non in senso monumentale, vernacolare o nostalgico ma in un modo nuovamente utile alla città relazionandosi al più ampio progetto socio-culturale “Carpi, amica delle bambine e dei bambini”. La proposta prevede la pedonalizzazione dei tratti terminali di Viale Carducci e di Via Petrarca, condizione funzionale alla valorizzazione delle attività commerciali esistenti e a quella dell'attuale area verde in cui si propone un'originale reinterpretazione della porta urbana come “Porta del Gioco”. Una porta formata da due architetture leggere, morfologicamente ispirate ai bastioni delle mura e contraddistinte a livello compositivo e funzionale da due diversi caratteri; sul lato stradale, per migliorare il nodo scambiatore della mobilità urbana, è prevista la realizzazione di un “hub di funzioni urbane” (ricollocazione delle fermate degli autobus oggi esistenti poco più avanti in Corso Cabassi, realizzazione di aree wi-fi, rastrelliere di prelievo e deposito del bike sharing oltre a nuovi posti per le bici private, servizi igienici pubblici e centro per il conferimento differenziato dei rifiuti teso a concentrare i punti di raccolta oggi esistenti nel piazzale), mentre sul lato delle aree verdi sono previsti originali “playground” dedicati rispettivamente a bambini ed adolescenti, il cui carattere ludico è enfatizzato da pedane multifunzionali che si innervano come radici nelle aree verdi laterali in modo da
instaurare un virtuoso rapporto con le alberature esistenti dotando l'area di varie soluzioni spaziali.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder